Skip navigation

Category Archives: Laptop

Questa interessante guida su OpenLinux fornisce suggerimenti per l’acquisto di hardware.

Apprezzabile il fatto che non si tratti delle solite dicerie mezze campate in aria ma piuttosto di esperienze personali e professionali ben documentate e spiegate.

Un altro utile documento sull’argomento è invece su linux.com, ricco soprattutto di link a risorse e liste di (in)compatibilità hardware.

Annunci

Quando ho installato Feisty Fawn, una delle cose che ho gradito di più è stato il Network Manager, che sul mio Inspiron 6400 funziona benissimo e si aggancia a qualsiasi rete, wireless o meno, senza problemi.

D’altra parte, Network Manager salva tutte le chiavi di rete in un file noto come portachiavi, che deve essere sbloccato ad ogni avvio inserendo la password del portachiavi stesso.

Portachiavi

Visto che questo comportamento risulta straordinariamente noioso (eufemismo elegante), ho cercato a lungo una soluzione. Incredibilmente, Network Manager non prevede alcuna possibilità per eliminare questa noiosa procedura, ma con un piccolo trucchetto è possibile aggirare il problema.

L’unico prerequisito è che la password di login dell’utente e le password del portachiavi siano identiche. altrimenti, il trick non funziona.

La soluzion ruota attorno all’installazione di un apposito pacchetto:

sudo apt-get install libpam-keyring

Fatto questo, dovremo editare i seguenti file

sudo gedit /etc/pam.d/gdm
sudo gedit /etc/pam.d/gdm-autologin (solo per chi usa il login automatico)

e aggiungere in entrambi questa stringa alla fine del file:

@include common-pamkeyring


[¹] Chi avesse scelto due password diverse per il login e il portachiavi, può resettare quest’ultima cancellando il file che contiene le chiavi di rete (e la password stessa):
rm ~/.gnome2/keyrings/default.keyring
Chiaramente, ciò comporta anche la cancellazione di tutte le chiavi, che dovranno essere reinserite a mano successivamente.

Ogni tanto Intel ci fa qualche bella sorpresa, e tempo addietro ha reso noto al mondo di aver creato una utility che piacerà a molti ubunteros “nomadi” come me: Intel PowerTOP.

PowerTOP

Il nuovo programma della Intel ha il duplice scopo di aumentare l’autonomia del portatile e anche di ridurre la temperatura del processore, ottimizzando il funzionamento del sistema operativo e dei programmi rendendoli meno esosi di preziosi risorse. Il suo funzionamento è molto complesso, e promette di ottenere dei buoni risultati, soprattutto perchè, ribadisco, agisce sia sul kernel che in userspace, a livello dei singoli programmi.

Chi non si è sottoposto al rituale mistico della ricompilazione del Kernel non può però avvantaggiarsi delle potenzialità di questo software, che richiede un kernel 2.6.21 o superiore (2.6.23 se 64-bit), quindi non è compatibile con Feisty (o meglio, funziona, ma non può intervenire). Oggi però è il 7 Giugno, e siamo tutti in attesa di Tribe 1, il primo CD “beta” di Gutsy Gibbon, la prossima versione di Ubuntu in uscita per Ottobre, che fornirà il kernel 2.6.22, e io sono molto curioso di vedere se questo PowerTOP mantiene le sue promesse.

Attendetevi aggiornamenti nei prossimi giorni!

Aggiornamento del 06/08/07: in questo articolo PowerTop viene presentato in maniera assai poco entusiastica ma molto dettagliata e “ragionata”.