Skip navigation

Breve (ma intenso) week-end con la mia dolce metà in Umbria, regione che si conferma come una delle mie preferite in Italia e nel mondo. Spero di tornarci presto (magari a febbraio, quando i tartufi migliori compaiono sulle tavole). Nel frattempo, qualche breve appunto di viaggio:

Il nostro agriturismo: 8/10. Bellissimo il casale, ospitali i proprietari, splendida la vista panoramica sulla piana di Santa Scolastica. Se vi capita di passare a Norcia, affidatevi alle cure di Casale Tozzetti.

Casale Tozzetti

La cucina umbra: 9/10. Funghi, tartufi, piatti saporiti, carne di qualità, selvaggina tenera come burro. Cosa si può volere di più? E i salumi locali (che a Norcia sono spettacolari) sono commoventi. Peccato la tendenza a salare troppo, ma il pane sciapo (che adoro) compensa un pò. Indimenticabili gli esaltanti gnocchi al Sagrantino del ristornate Ottavius a Bevagna, segnalato dal sempre ottimo Simone, che insieme a Serena ci ha tenuto compagnia durante uno splendido pomeriggio.

Bevagna: 10/10 e lode. Una cittadina incredibilmente e inaspettatamente bella. Tra quelle che conosco, una delle poche che può concedersi il lusso di avere tre chiese duecentesche che si affacciano sulla stessa (bellissima) piazza. Su cui si apre anche il negozio di un cartaio, orso nell’aspetto ma non nei modi, strabordante di amore per il suo lavoro, che ci ha introdotto con una splendida chiacchierata ai segreti della sua arte. E che ci ha regalato 4 fogli di preziosa carta. Gli auguro tutto il bene di questo mondo.

La guida rossa del Touring: 5/10. Ottima guida come al solito. Ma non segnala a dovere il gioiellino che è Bevagna. Imperdonabile.

La gente: 10/10. Ospitale, gentile, cordiale e simpatica. Il piacere di stare in Umbria è anche e soprattutto merito degli umbri.

Il traffico di Foligno alle sette di sera del sabato: 5/10. Lento e caotico, ma senza gli strombazzamenti e i campi repentini di corsia che si vedono altrove. Rimandato a settembre.

Certi incroci a raso su superstrade e strade a scorrimento veloce: 2/10. Guida tranquillo su una rampa di accesso alla superstrada e ti ritrova uno stop parato davanti senza un briciolo di corsia di accelerazione. Occhio, se guidate da quelle parti.

Premio Speciale Simpatia: assegnato a Serena. Simpatica, allegra e divertente. Un vero spasso.

Premio Speciale del Piacere a Tavola: assegnato a Luigi Sforza. Il suo Asino d’oro ad Orvieto ha tre gamberi e sono tutti meritati. Il servizio, la cura e l’attenzione nei piatti, l’amore per le materie prime lo eleggono mio nuovo ristorante preferito. Il cinghiale in salsa dolceforte è un’esperienza sconvolgente. E quando esci fai pochi metri e ti ritrovi davanti una bazzacolina del genere:

Duomo Orvieto

Mica male?

4 Comments

  1. Eh si, l’Umbria è proprio una bella regione. Fidati da uno che ci vive da 24 anni!🙂

  2. @diegor: LOL!

  3. quando torni? dai che ti aspetto!

  4. @Simone Brunozzi: spero prima possibile… magari a febbraio, in tempo per i tartufi!😀


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: